Archivi categoria: Nuvole

Ghirigori nel cielo :-)

Il curioso fenomeno che appare nella foto si chiama crow instability. Esso consiste nell’instabilità di un vortice lineare (non a classica forma circolare, quindi) in un fluido che può essere considerato non viscoso come l’aria (l’attrito tra le sue particelle costituenti è infatti minimo). L’instabilità di Crow viene osservata dopo il passaggio di grandi aerei, quando i vortici che si formano sulle estremità delle ali interagiscono con le scie di condensazione dei motori inducendo le eleganti distorsioni che vediamo nell’immagine.

Annunci

Questa l’ho fatta io ;-)

E dai, basta rubacchiare foto in giro sulla rete 😀 Eccone una che ho scattato io da casa un pomeriggio di inizio giugno 2018 e che ritrae un bel cumulonimbus capillatus incus, un cumulonembo dotato di incudine (incus) che si sfrangia per il ghiacciamento della sommità. Una bella bestiolina, anche se poco ha a che fare con le nubi che generano tornado in Pianura Padana. Sotto la base, piuttosto evidente nella foto, stanno sicuramente cadendo forti precipitazioni, probabilmente anche grandine.

Un attimo di respiro

Corse, pensieri, paure, preoccupazioni… tutto perde importanza, tutto s’annacqua, lavoro e  soldi sono perno e chiodo fisso: uno schifo assoluto 😦
A questo mi oppongo (troppo debolmente purtroppo) aggrappandomi alle mie passioni, a ciò che mi fa sentire ancora VIVO. E la vista di questo altocumulus stratiformis che troneggia sul mare, pur non essendo una nube di rara bellezza, mi concede un breve attimo di tregua nel folle turbine del quotidiano e la flebile speranza che, un giorno, io possa contemplare tutto questo dimentico del mondo, dell’intero mondo. Una passeggiata sulla spiaggia, la brezza che profuma di salsedine, le nubi che corrono e le prime luci che si accendono nel cielo.
Basterebbe così poco per essere felici…

Il pileus iridescente

Questa mi mancava 😉 Un pileus (piccola nube accessoria a forma di copricapo che può apparire sopra un cumulo o un cumulonembo per le forti correnti ascensionali) che assume i colori dell’iride! Si tratta di un fenomeno dovuto all’interferenza, per la quale un fascio di luce viene riflesso a più riprese, con alcuni colori che vanno ad amplificarsi rispetto ad altri.

Una passeggiata nel cielo

È un periodo in cui sto curiosando nei vecchi post della stanza “Nuvole trivenete” del forum di M3V. Ne saltano fuori veramente di tutti i colori tra cui foto meravigliose come questa, nella quale appare un “normalissimo” cumulus fractus… che a me ha dato subito l’idea di una straordinaria passeggiata nel cielo. Sembra quasi che la nuvoletta stia passando lì un po’ per caso e che in breve sarà chissà dove. Magari sta andando a far visita al signor Cumulonembo o forse è uscita per godersi l’arietta frizzante, chissà 🙂

Effetto veneziane

Curioso l’effetto offerto da questi altocumulus stratiformis perlucidus: sembrano quasi delle tapparelle veneziane attraverso le quali si intravede, più in lontananza, la nube cumuliforme. Il quadretto mi dà l’idea di una certa tridimensionalità… foto davvero bella, rintracciata scartabellando nelle vecchie discussioni della stanza “Nuvole trivenete” del forum di M3V, nella quale io svolgo la funzione di responsabile 😉

La serenità che vorrei

Vorrei guardare questo fantastico quadro dal mio amato Casteldimezzo, vorrei giungere in cima alla salitella sbuffando e sorridendo, affacciarmi alla staccionata con la brezza di mare che mi rinfresca il viso e gustarmi lo spettacolo. E vorrei che in quel preciso momento si fermasse il mondo… basta, basta tutto, per favore!

P1020361

Sogni, solo sogni. Torniamo alla realtà: trattasi di un cirrocumulus Kelvin-Helmoltz, dalla forma arcuata per un particolare fenomeno di instabilità studiata dai due scienziati Lord William Thomson (barone Kelvin) e Hermann von Helmholtz. Due flussi d’aria scorrono orizzontalmente l’uno rispetto all’altro, dando vita a questo curioso fenomeno d’una leggiadria senza pari.

Fonte immagine: http://forum.meteotriveneto.it/showthread.php?3080-Cirrocumulus-Kelvin-Helmholtz